Perché investire in Francia? Le opportunità per le imprese italiane

In un contesto di attrattività crescente della Francia per gli investimenti internazionali, l’Italia era nel 2017 il terzo investitore mondiale e il secondo europeo in Francia con circa 100 progetti di investimenti realizzati. Inoltre l’Italia conta circa 1 700 filiali che rappresentano quasi 70 000 posti di lavoro sul territorio francese. Il 27 novembre 2018, l’Ambasciata di Francia e Business France Italia (agenzia pubblica di sostegno all’export e di attrazione degli investimenti esteri) hanno riunito circa 80 rappresentanti di imprese e partner italiani a Palazzo Farnese in occasione di una conferenza sulle ultime misure fiscali e sociali a favore degli investitori e sulle opportunità di innovazione offerte dall’industria 4.0 in Francia. Questo evento si inserisce in un contesto segnato da una forte volontà politica volta a rafforzare l’attrattività e la competitività della Francia, in particolare del suo ecosistema di innovazione.

Sotto il patrocinio dell’Ambasciatore di Francia in Italia, Christian Masset, la conferenza è iniziata con una presentazione delle riforme del modello sociale e dell’azione pubblica (Camille Campadelli, Capo del Servizio Regolamentazioni e Politiche pubbliche, Business France) e della liberalizzazione delle ferrovie francesi (Florent MORETTI, Consigliere per l’industria e lo sviluppo sostenibile, Ambasciata di Francia in Italia). Ha proseguito con un intervento dell’agenzia Invest in Toulouse sulle nuove sfide generate dall’incontro tra industria e digitale e si è conclusa con la valorizzazione da due imprese italiane, presenti in Francia tramite una filiale, delle opportunità di innovazione e di modernizzazione offerte dall’ecosistema industria 4.0 in Francia (Telespazio France e ADR S.p.A)

Share this page Share on FacebookShare on TwitterShare on Linkedin

Close

Adhérer